venerdì 28 novembre 2014

Il tempo della torta di mele e carote

Una torta di mele e carote appena sfornata © Luca Ferrari
L'autunno è arrivato. I banchi del mercato traboccano di mele e carote. Nulla di meglio di unire le loro forze e sfornare una soffice torta.

di Luca Ferrari, luca.goestowest@gmail.com
giornalista/fotoreporter – content writer

Non c'è lunedì mattina (o quasi) che non mi prenda un'oretta per andare al Mercato del contadino a Venezia, a ridosso del pontile di S. Marta. Lì, uno dei miei banchi prediletti è quello della frutta e verdura dal quale torno sempre a casa con una decina di grosse e succose mele, di norma quelle rosse. Ora che siamo in autunno però, è periodo anche di carote e dalle mie parti (la mia cucina) ciò significa una sola cosa: torta di mele e carote.

In mancanza dello strumento più adatto (e veloce), per sminuzzare le carote ricorro alla cara, vecchia e faticosa grattugia, quella per il grana per capirci. Con le mele vado più veloce a togliere la buccia con un piccolo ma efficace arnese. Sarebbe meglio parlarne al singolare visto che mi è sufficiente un unico grosso e succoso pomo. Per fare una torta più soffice, alterno la classica farina 00 a quella di riso. In questo caso il dolce sarà per due persone, quindi 100 grammi ciascuna, il tutto accompagnato da un uovo, 200 grammi di zucchero, 100 grammi di olio di semi, 150 ml. di latte intero e una mezza bustina di lievito.

Per esperienza non metto frutto e ortaggio insieme. Prima sbatto (elettricamente questa volta) farina, latte, uova. Poi una seconda volta con le carote dentro. Dopo aver ottenuto una buona amalgama ci aggiungo le mele. Un'altra bella rimescolata e infine zucchero e lievito. Lo ammetto, la cannella sarebbe stato il tocco di classe ma ne sono sprovvisto. La voglia di torta di mele e carote è venuta all'improvviso e questo è l'unico ingrediente che non avevo in casa. 

Nel frattempo la mia tortiera è bella unta a dovere con farina e posso travasarvi tutta la massa, destinazione forno a 180 gradi per 40 minuti di letargo previsti. Meglio mettere la sveglia perché so già da ora che inizierò a guardami un film che mi prenderà, e me ne dimenticherò alla grande (maremma mugnaia!). Attendo in attesa che la dolcezza faccia il suo corso. In attesa che la signora torta di mele e carote possa presentarsi in tutta la sua più gustosa e soffice essenza, per farmi vivere qualche indimenticabile colazione casalinga.

Farina, uovo e zucchero... si comincia a fare la torta © Luca Ferrari
Mele, carote, e primi sbattimenti © Luca Ferrari
L'impasto della torta di mele e carote © Luca Ferrari

...la futura torta di mele e carote pronta  per il forno © Luca Ferrari
Ecco la torta di mele e carote © Luca Ferrari
Ecco la torta di mele e carote. Io ho già dato, qualcuno vuole favorire? © Luca Ferrari